Ricette Medioevali
Purea di fave (4 persone)

Ingradienti:
300 gr di fave secche decorticate
500 gr di mele renette
4 cipolle
5 cl di olio d’oliva
4-5 foglie di salvia fresca
sale

La sera prima lavare e mettere a bagno le fave
Il giorno dopo: portare lentamente ad ebollizione le fave in acqua fredda e cuoerle finchè si sbriciolano sotto le dita
Salare a fine cottura
Passare le fave al setaccio
Far rosolare a fuoco lento le cipolle a rondelle e quando si sono un po’ appassite, aggiungere le mele a fettine, la salvia e cuocere a fuoco lento per 15-20 minuti sino a disfacimento
Al momento di servire scaldare il purea di fave, metterlo in un piatto e sistemarvi al centro il purea di mele alle cipolle

Capretto arrosto (6 persone)

Ingradienti:
1,5 kg di capretto
1,5 stecche di cannella
200 g di mandorle pelate
2 cucchiai di miele
500g di prugne secche
2 cucchiai di te
sale, pepe, olio di oliva
1 bicchiere di vino bianco

Tagliare il capretto a pezzi e farlo soffriggere da ambo le parti in olio caldo
Quando è ben dorato , bagnare con il vino bianco
Aggiungere la cannella, il miele, le mandorle, il sale e il pepe
Coprire e far cuocere piano per 45 minuti
Preparare il te mettere dentro le prugne ed aggiungerle nel composto e cuocere ancora per 15 minuti.

Maialino arrosto farcito( 4 persone)

Ingradienti:
1 maialino svuotato (con le interiora)
1 lombata di maiale
450 gr di prosciutto cotto
25 uova
300 gr di formaggio (oggi parmigiano)
1 cucchiaio di zenzero
1 cucchiaino di zafferano

Cuocere la lombata e le interiora a fuoco lento e in acqua salata per un'ora circa
Dopo 20’ togliere il fegato
Assodare 20 uova e sgusciarle
Pulire bene il maialino dalle impurità, salare l’interno e farlo riposare
Scolare e frullare la lombata e le interiora aggiungendo il prosciutto tritato
Aggiungere alla carne 5 rossi d’uovo e il formaggio
Salare e unire lo zenzero e lo zafferano
Asciugare l’interno del maialino, riempire il ventre con la farcia e le uova sode e ricucirlo con lo spago (oggi da cucina)
Mettere il maialino in una teglia e avvolgere le orecchie con fogli di alluminio
Cuocere in forno a 180° per tre ore e mezza

Torta in balconata (4 persone)

Ingradienti:
Pasta brisée
450g di farina
200g di burro
sale e acqua qb
Ripieno:
25gr di zucchero
75gr di uva passa
18 noci
13 datteri
1,5 gr chiodi di garofano in polvere
latte di mandorle

Qualche ora prima preparare la pasta:
Mettere la farina su un tavolo da lavoro e formare un buco al centro
Unire a pezzi il burro precedentemente ammorbidito e il sale
Impastare il tutto aggiungendo l’acqua
Lasciare riposare per circa un’ora in luogo fresco
Stendere una sfoglia di pasta e spolverarla di zucchero e chiodi di garofano facendoli penetrare con l’aiuto del mattarello
Foderarne una tortiera
Disporre le noci e annaffiare con il latte di mandorle
Coprire con una seconda sfoglia sottilissima, anch'essa preparata come prima
Disporre i datteri spezzettati e annaffiare con latte di mandorle
Coprire con un'altra sfoglia
Disporre l'uva passa fatta rinvenire in acqua; annaffiare con latte di mandorle e coprire con un'ultima sfoglia
Cuocere in forno a 220° per un'ora e più

Pere con lo zucchero (per 4 persone)

Ingradienti:
1 kg di pere mature ma sode
1 pugno di more
75 cl di vino rosso
1 bottiglia di moscato di Trani
50 gr di zucchero
1 cucchiaino di zenzero in polvere

Sbucciare le pere e cuocerle con le more per 30 minuti
Nel frattempo, unire al moscato lo zucchero e lo zenzero e farlo addensare
Immergere le pere cotte nello sciroppo ottenuto dal vino, lasciare macerare e poi servire

Latte di mandorle(4 PERSONE)

Ingradienti:
Una fetta di pane da tramezzini tostata
100 g di polvere di mandorle
1 cucchiaio di acqua di fiori d'arancio
1/4 di litro di latte
2 cucchiai di miele

Far bollire tutto per 5 minuti
Passare al frullatore
Filtrare con un colino fine

Ippocrasso (4 PERSONE)

Ingradienti:
1 litro di vino rosso
100 g di zucchero
50 g di miele
8 g di cannella in polvere
8 g di zenzero in polvere
1 pezzetto di galanga (spezia di origine cinese)
* semi di cardamomo (a piacere)

Mettere il vino in una zuppiera, aggiungere lo zucchero, il miele e le spezie
Mescolare e lasciare riposare per 2 ore circa
Filtrare più volte il liquido finchè non risulti limpido
Imbottigliare e mettere in fresco
Lasciar riposare qualche giorno prima di consumare, dopo 15 giorni da il meglio di sè.


Precedente Home Successiva